Chirurgia Plastica Prenestina

Questa scheda è stata visualizzata 60 volte
Chirurgia Plastica Prenestina
User Rating: 5 (1 votes)

Di che cosa si occupa la  Chirurgia plastica Prenestina ? la chirurgia plastica è la branca della chirurgia che si occupa della ricostruzione dei tessuti dell’organismo umano o della correzione di deformità a loro carico.

 

Viene eseguita allo scopo di riparare difetti congeniti (presenti dalla nascita) o acquisiti (causati da malattie, traumi, infortuni o pregressi interventi chirurgici) o di migliorare la funzione o l’estetica di parti difettose o mancanti. all’interno di questa branca chirurgica è compresa quindi la chirurgia ricostruttiva (che si occupa di ricostruire i tessuti e correggerne le deformità con l’obiettivo di migliorarne la funzionalità) e la chirurgia estetica (il cui obiettivo nella ricostruzione dei tessuti e nella correzione delle deformità è più in particolare quello di migliorare l’aspetto estetico).

Chirurgia plastica Prenestina è  specializzata in chirurgia plastica che si occupa della ricostruzione dei tessuti dell’organismo umano o della correzione di deformità a loro carico. quali sono le patologie trattate più spesso dal chirurgo plastico? diverse sono le patologie più frequentemente trattate dal chirurgo plastico.

tra queste ricordiamo  aree del corpo danneggiate da, interventi chirurgici demolitivi (mastectomie, neoplasie a collo e testa, neoplasie cutanee) ustioni gravi tali da comportare compromissione dei tessuti  traumi (fratture soprattutto del viso e di altre parti del corpo particolarmente esposte, ma non solo; ferite; ecchimosi) anomalie causate da difetti di nascita (labbro leporino, palatoschisi, dita palmate). quali sono le procedure più utilizzate dal chirurgo plastico? a seconda della problematica medica da trattare, il chirurgo plastico ha a disposizione diverse tecniche e procedure da poter utilizzare.

le metodiche utilizzate più di frequente sono: gli impianti: è la procedura di pertinenza del chirurgo plastico più conosciuta. tra quelli più frequentemente effettuati ci sono le protesi mammarie, ma procedure simili vengono svolte anche su zigomi, glutei e polpacci, con l’obiettivo di “riempire” una certa area anatomica. altre tipologie di impianto vengono invece utilizzate per sostituire parti di organo, come accade ad esempio per il naso e per l’orecchio;

Gli innesti: sono porzioni di tessuto prelevate da un individuo per essere impiantate in un altro individuo o in un’altra area del medesimo organismo (in quest’ultimo caso si parla più propriamente di “autoinnesto”); i lembi: sono porzioni di tessuto che mantengono una connessione (“peduncolo”) con l’area ricevente su cui vengono innestati (l’area su cui si innesta il tessuto è quindi limitrofa all’area da cui è stato prelevato il tessuto).

Quando chiedere un appuntamento con il chirurgo plastico? è necessario chiedere un appuntamento al chirurgo plastico quando si debba monitorare un decorso post-operatorio. in tutti gli altri casi solitamente si viene indirizzati al chirurgo plastico dal proprio medico di medicina generale o da altri specialisti.

la risposta alla domanda: chirurgo plastico cosa fa, spesso si esaurisce con un paio di esempi; aumento del seno, rinoplastica o blefaroplastica. in realtà i chirurghi plastici eseguono anche interventi di chirurgia plastica ricostruttiva, ripristinando la forma e la funzione a seguito di malattie o traumi. chirurgo plastico cosa fa, di cosa si occupa?

il lavoro comprende una vasta gamma di condizioni in diverse parti del corpo. i chirurghi plastici possono lavorare con bambini e adulti. a dispetto di quello che si possa pensare la chirurgia ricostruttiva è la parte principale del lavoro per la maggior parte dei chirurghi plastici. il lavoro include: ricostruzione del seno (anche dopo il cancro). procedure per il cancro della pelle e dei tessuti molli. ricostruzione della testa e del collo.

Tel: 0645548090

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*