Derattizzazione Prenestina

Questa scheda è stata visualizzata 32 volte
Derattizzazione Prenestina
User Rating: 5 (1 votes)

Abbiamo deciso di dedicare un intervento alla Derattizzazione Prenestina fai da te: molte persone preferiscono occuparsi da sé degli infestanti, non ritenendo opportuno rivolgersi a un professionista quando si tratta, ad esempio, di un solo topo dentro casa. In tal caso, è possibile difendersi utilizzando i mezzi più classici, persino sfoderando la scopa se necessario.

Se la vostra casa è sempre perfettamente pulita, non fatevene una colpa: topi e ratti sono ormai diventati capaci di adattarsi agli ambienti urbani che extraurbani. Trovano riparo all’interno delle abitazioni, privilegiando solai, soffitte, cantine, garage, sottotetto e qualunque altro spazio che sia caldo ed umido. In questi ambienti vivono e si riproducono molto velocemente, nutrendosi dei residui di cibo che trovano in giro, negli angoli della casa più nascosti o vicino ad alcune aree particolarmente a rischio come i bidoni della spazzatura o le cucce e le ciotole di animali domestici. Purtroppo questi piccoli animali non recano solo fastidio e sporcizia, ma sono anche portatori di malattie molto pericolose per l’essere umano, specialmente per i bambini. Questi agenti patogeni si trasmettono entrando a contatto con escrementi ed urina che topi e roditori depositano in giro producendo migliaia di palline di feci infette. Anche i parassiti presenti sul loro corpo, come pulci e zecche, possono diffondere virus potenti, persino molto pericolosi per l’uomo e per cani e gatti, se presenti.

Come se non bastasse, topi e ratti mordicchiano fili elettrici, scatole di cartone, pacchi in plastica e sono in grado di rovinare intere derrate alimentari presenti in una dispensa.

Derattizzazione Prenestina

Quando si comincia a sospettare della loro presenza negli ambienti domestici, è consigliato correre ai ripari intervenendo con la Derattizzazione Prenestina il prima possibile prendendo precauzioni ed intervenendo con sistemi sicuri e testati per un’efficace derattizzazione Grazie all’esistenza di prodotti specifici per la disinfestazione fai da te, non è più necessario ricorrere all’intervento di ditte specializzate (se il problema è realmente minimo, è chiaro). La scelta e l’utilizzo di determinate sostanze o strumenti dipenderà dal grado di infestazione e dalle condizioni ambientali Andiamo a vedere in pochi semplici passaggi come catturare topi e ratti con una derattizzazione fai da te. Individuare le tracce, chiudere i passaggi e sanificare l’ambiente Per prima cosa, bisogna individuare i segni della presenza di topi e ratti, osservando le eventuali rosicchiature sui contenitori, la presenza di brandelli di carta o stoffa in qualche angolo dell’abitazione e se ci sono tracce di grasso lungo le pareti. Scovare le tane non è difficile ispezionando bene tutti gli angoli della casa, compreso il guardaroba (dove potrebbero ripararsi per la nidificazione), gli angoli bui e nascosti dietro le attrezzature da cucina o dentro pensili e vetrinette dove si ripone il cibo Chiudere eventuali passaggi/entrate e possibili punti di accesso, come fori nelle pareti o buchi che dall’esterno permettono ai ratti di fare il loro ingresso in casa: potrete utilizzare sottili reti metalliche (es. le retine che si usano cucina), sigillando con silicone o colle specifiche.

Derattizzazione Prenestina

Inoltre è bene prendere la precauzione di chiudere sempre ermeticamente i contenitori in cui è riposto il cibo per non ricorrere alla Derattizzazione Prenestina e tenere sgombre e pulite le zone in cui possano essere presenti residui alimentari. In questa prima fase è fondamentale sanificare gli ambienti utilizzando specifici prodotti igienizzanti ed appositi guanti per evitare il contatto diretto con escrementi ed urina. Si consiglia di pulire a fondo ogni zona della casa con detergenti disinfettanti al cloro, in formato liquido, in compresse o spray, a seconda delle necessità di utilizzo Per essere certi di disinfettare efficacemente e in maniera definitiva luoghi potenzialmente infatti si suggerisce anche l’uso della candeggina ad alte temperature.

Tel: 0645548090

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*